La Vita è un lungo viaggio in un mare di emozioni, farne parte, assaporarla fino in fondo ti fa sentire vivo !

BENVENUTI !!!!!

Questo Blog è stato creato il giorno 11-09-2007 per raccontarvi i nostri viaggi, le nostre esperienze positive e negative vissute in prima persona. Ricco di consigli utili e suggerimenti spero lo troviate utile per pianificare il vostro viaggio, se avete dei consigli da darmi sarete i benvenuti.

Allora buona lettura a tutti !!!

sabato 17 novembre 2007

un pò del mio percorso di viaggatore, parte seconda

Prologo
Ciao e ben ritrovati, da questo momento comincia una nuova avventura insieme a mia moglie Chiara, con lei ho condiviso e condivido tutto anche e soprattutto i viaggi. Ecco pertanto un’altra carrellata di destinazioni.

1998 Isola d’Elba – Marina di Campo insieme a due nostri amici. L’isola è splendida, bellissime spiagge: Lacuna, Procchio (per citarne alcune) e anche monumenti di importanza storica come la villa nella quale soggiornò Napoleone ora Museo Napoleonico di Villa dei Mulini, oltre a chiese e fortezze sparse ovunque. Questo viaggio mi è rimasto impresso, perché era il primo insieme ed anche perché festeggiavamo quasi un anno di fidanzamento. Viaggio da rifare.

1999 niente viaggi…sigh..ma nel 2000 ci rifacciamo….!!!!

2000 Roma nell’anno del Giubileo. Ora capisco perché è chiamata "La città eterna" Roma è splendida , clima temperato; ideale, gente simpatica, monumenti splendidi e si mangia bene, eravamo con due amici e abbiamo girato la città in lungo e in largo: P.zza di Spagna, P.zza Navona Del Popolo, il Colosseo, San Pietro, il Pincio e perfino l’Olimpico; si girava addirittura gratis sui bus grazie al Giubileo. Viaggio Splendido.

2000 Egitto La terra dei Faraoni, sempre studiata a scuola e ora siamo qui; è una bella e strana sensazione, tocco le mitiche Piramidi, in una settimana ci massacriamo, abbiamo un’escursione al giorno. Il Cairo con il suo disordine e il suo traffico, le Piramidi di Giza, la Sfinge, il museo, i Colossi di Memnon , il Tempio di Karnak e poi il mare e che mare, azzurro e cristallino, attenti alla dissenteria ……. .e a verificare se la cucina è italiana, parlo per esperienza è fondamentale.

Capodanno 2001 Vienna è sempre bello ritornarvi anche se a capodanno sono troppo “agitati e allegri” state attenti; soprattutto in piazza. Ricordo che all’andata, eravamo con il verdone mangiasassi sotto ad una tempesta di neve; che paura ! anche se alla fine è andato tutto bene.

2001 Sardegna – Villasimius non avevo mai visto questa stupenda isola; e me ne sono innamorato; forse anche perché questa zona a sud ospita alcune delle spiagge più belle della regione. Gente ospitale, mangiare ottimo e quel paesaggio cosparso di macchia mediterranea costituito da piante profumate…… nuraghi e terra arsa; splendida.

2002 Spagna – Costa del Sol Torremolinos (Malaga) due settimane, nel sud della Spagna, bevendo sangria ed assistendo al Flamenco, eseguito da caratteristiche coppie locali in costume tipico. Avevamo noleggiato un’auto e siamo andati a Siviglia con la sua splendida Giralda dalla quale si può ammirare tutta la città, Granada con l’Alhambra ultima fortezza araba a cadere nella guerra con gli spagnoli e Cordoba con la Mezquita espressione più alta dell'architettura islamica in occidente. La straordinarietà di questa moschea-cattedrale deriva dal fatto che alla bellissima costruzione musulmana si sono aggiunti stili rinascimentali, gotici e barocchi. L'edificio attuale è il prodotto di una moschea iniziale costruita dal califfo Abderramán I sulla basilica visigota di San Vicente, che è stata ampliata poi da Abderramán II, Alhaken II ed Almanzor. Quando siamo arrivati a Cordoba era ferragosto, così siamo riusciti ad entrarvi gratis….Queste sono le città più conosciute, ma noi consigliati dal tour operator locale siamo andati oltre. Fino a Ronda antico comune spagnolo, con tracce arabe, nell’entroterra, che sorge su un pianoro a strapiombo verso occidente elevato a 200 metri sulla zona sottostante pianura nella regione detta Serrania. Una profonda impressionante spaccatura (Tajo) su una larghezza di 60-80 metri e con uno strapiombo di 160 metri sul torrente Guadalevin divide la città in due parti unite dal Puente Nuevo (foto) costruito nel 1784-88. E anche a Mijas altro delizioso paesino interno, con i muri bianchi di calce dove abbiamo fatto un giretto su un calesse trainato da un asino . E’ stata una bella vacanza, ricca di cultura, esperienze, relax e tanto sole; d'altronde siamo in Costa del Sol. Qui abbiamo fatto amicizia con una coppia Marchigiana, Laura e Diego e a tutt’oggi siamo rimasti amici, anche loro si sono sposati.
Capodanno 2003 – Madonna di Campiglio – Trentino . Quasi una settimana bianca, ricordo che abbiamo fatto una faticosa camminata con le ciaspole, racchettoni da allacciare ai piedi e via, su e giù per i boschi, in mezzo alla neve, che fatica !!!!!
2003 splendido tour del Portogallo la terra del Fado – eravamo in tre coppie e abbiamo noleggiato un furgoncino in loco. Partiamo con Oporto (in portoghese Porto) seconda città portoghese, chiamata anche la città del Nord. Si trova sulla riva settentrionale del fiume Douro Uno dei prodotti portoghesi più apprezzati a livello internazionale è il vino Porto . Il suo nome deriva dal fatto che invecchia nelle cantine della città gemella di Oporto, Vila Nova de Gaia, appena oltre il fiume Douro. E’ una città faticosa, è tutta un sali e scendi per vicoli e strade strette. Nei dintorni : Guimaraes, dove un antico castello (stile Highlander) è posizionato di fronte al Castello dei duchi di Braganza dal cui tetto escono lunghi camini visibili anche da lontano. Passando per Braga c’è lo splendido convento de Bom Jesus dove una splendida scalinata conduce alla Chiesa sede di molti matrimoni. Poi l’Oceano sconfinato a Povoa de Varzim l’acqua era gelata. E infine Barcelos, piccolo paesino il cui simbolo (il galletto) è anche il logo della nazione. Poi verso centro con Coimbra con la sua antica cattedrale, qui nacque nel 1109 Alfonso I del Portogallo primo sovrano portoghese ed è importante per l’università, una delle più antiche di tutta Europa. Qui soggiornavamo in una pousada, alberghi ricavati in antiche residenza storiche molto belle. Poco distante c’è Fatima, che non ha bisogno di commenti, un luogo carico di fede , Tomar con il suo Convento Do Cristo , costruito in origine come fortezza dell’ordine dei templari, ha uno stile manuelino-portoghese e di nuovo sull’oceano a Nazarè . Poi finalmente Lisbona , splendida la capitale portoghese, da qui grandi navigatori portoghesi e italiani sono partiti alla scoperta del nuovo mondo. Inoltre, il 13 febbraio 1668 vi è stato firmato il Trattato di Lisbona con cui si ottenne l’indipendenza dalla confinante Spagna .Quartieri caratteristici come la Baixa che scende verso il mare, dove ascoltare il nostalgico Fado e mangiare ottimamente nei localini tipici, percorrere in tram con il mitico n. 28 che la attraversa tutta, il Castello sulla collinetta che domina il mare , e il Mosterio dos Jerònimos stupendo esempio di architettura Manuelina, merita una visita anche l’acquario immerso nell’oceano, splendide le ricostruzioni degli Oceani. Nei dintorni; Sintra e il suo castello Il palazzo da Pena eterogeneo complesso architettonico costruito nel 1840-50 su progetto dell'architetto Eschwege per il principe consorte Ferdinando di Coburgo Gotha marito Dona Maria II regina del Portogallo dal 1826 al 1828. Nelle sue parti si mescolano tutti gli stili: arabo, gotico, manuelino, rinascimentale, barocco; il grande parco all'inglese intorno al castello è ricchissimo ed è stato celebrato dal musicista Richard Strauss. Assomiglia ad un castello delle fate. Cascais delizioso e mite paesino sul mare dal quale si arriva a Cabo de Roca. Qui una stele vicino ad un faro ci ricorda che siamo nel punto più occidentale d’Europa la vista spazia oltre, verso l’infinito, lo sconosciuto l’ignoto . Manca solo l’ultima tappa del nostro bel tour L’Algarve. Puntiamo verso sud ed attraverso un’autostrada nuova e priva di traffico percorrendo 300 km. arriviamo ad Albufeira . Deliziosa cittadina in Algarve con i muri delle casette di colore bianco, un clima da paura e una cucina sublime. Devo proprio dire che questo tour è stato splendido, ricco di cultura, paesaggi e gente molto cordiale, assolutamente da consigliare.
2003 – Mahdia Tunisia, una settimana di completo relax in un mare splendido , ma anche ricca di cultura : Tunisi , le rovine di Cartagine , il museo del Bardo con i suoi splendidi mosaici romani il pittoresco villaggio di Sidi Bou Said , tutto bianco e azzurro, fanno da cornice ad una splendida terra.
2003 – Romantiche strasse (strada romantica) Germania. Bellissimo itinerario da fare in auto. Si parte da Fussen vicino al confine austriaco e subito il Castello di Neuschwanstein uno dei simboli della Baviera e della Germania nel mondo. E' il "castello delle favole" per eccellenza, fatto costruire dal "re delle favole" Ludwig II (1845-1886) a partire dal 1869 su progetto dello scenografo Christian Jank, si prosegue per Landsberg am Lech delizioso pesino adagiato lungo il fiume Lech e si arriva alla prima tappa Augusta . ripartiti arriviamo ad un’altra fermata obbligatoria Rothenburg ob der Tauber. Il paese dei balocchi, splendido il centro storico con casine a graticcio, tutte colorate e attorniato da mura perimetrali percorribili a piedi. Qui ha sede un enorme negozio di oggetti natalizi, davvero splendido è la città di Babbo Natale una città nella città. Proseguendo si arriva a Nordlingen altro delizioso paesino in stile che sorge al centro della florida e circolare pianura del "Ries", un enorme cratere formatosi milioni di anni fa dalla caduta di un meteorite. Infine Monaco di cui vi ho già parlato, in più abbiamo visitato Il museo della BMW, il villaggio olimpico e il Castello di Nymphenburg antica residenza estiva dei sovrani bavaresi, splendido il parco e i laghetti abitati dai numerosissimi cigni. Ma visto che c’eravamo ci siamo allungati anche a Salisburgo, per un Capodanno molto intimo, la città è sempre bella.
2004 Formentera Spagna . Ma quanto è bella questa isola !!!! piccola, accogliente, un mare da urlo… non ci sono parole per descriverla le immagini parlano da sole ed è veramente così !!!!
2004 – una pazzia, fino a Barcellona in auto, con sosta in Francia ad Avignone ma purtroppo nemmeno il tempo per visitarla. Ripartiamo, siamo sulle tracce del grande pittore, scultore, Salvador Dalì. Arriviamo a Figueres, città dove nasce il 11/05/1904 e muore il 23/1/1989. In questo delizioso paesino c’è il Teatro-museo Gala-Salvador Dalí, dove l’artista fece la sua prima presentazione di opere da lui create. Già l’edificio è splendido e molto particolare…. Dovete vederlo…. A pochi chilometri c’è Cadaques altro favoloso paesino marittimo sempre legato al grande artista. Qui infatti, nel piccolo borgo di Portlligat si installò Salvador Dalí di ritorno da New York e vi è rimasta una delle sue case museo, molto interessante (il biglietto è meglio prenotarlo dall’Italia) . Concluso il tour dedicato a Dalì puntiamo verso Barcellona. Lungo la strada passiamo per Lloret de Mar , nota località marittima, la quale a detta di una nostra amica è un posto molto carino. Ma è agosto e sembra di essere nella riviera Romagnola, traffico, palazzoni, così non ci fermiamo e riprendiamo la strada verso la nostra meta. Bé che dire Barcellona è movida, divertimento, passione è tutto; veramente splendida . Casa di un altro importante artista Antoni Gaudí (25/06/1852 - 10/06/1926) architetto spagnolo, che ideò tra le tante opera casa Batllò , casa Milà (detta La Pedrera) ,Parc Guell . Ma la sua opera più famosa e incompiuta (si prevede la fine dell’opera nel 2050 !!!!) è decisamente La Sagrada Familia, opera magistrale, incomparabile, insuperabile, che addirittura farà attribuire all’artista l’appellativo di Architetto di Dio e lo porterà al processo di beatificazione, con l’appoggio di tutta la chiesa spagnola, giustamente Naturalmente abbiamo visto anche altre attrazioni, dovrei parlarne per ore, ma rischierei di annoiarvi, perciò vi do solo un consiglio : andateci, ne vale la pena. Altro consiglio: all’arrivo munitevi della Barcellona Card, sembra un po’ cara, ma vi fa risparmiare tanto se avete intenzione di muovervi e vedere molto. Il ritorno l’abbiamo fatto in un unico viaggio, Barcellona, Bologna senza soste: un massacro…
2004 Ancora Sardegna, Barisardo (Arbatax – costa est – zona dell’ Ogliastra ) Bella vacanza, molto rilassante, non come a Villasimius, ma quasi. La zona comunque è piena di belle spiagge (difficile non trovarne su quest’isola) .

2005 Istanbul (per lavoro) vedi il mio racconto per esteso.

2005 Grecia bellissimo tour che tocca Atene, e Creta. Da questo viaggio ho imparato ad amarla profondamente; pertanto tempo di rimettere in ordine le idee e vi racconterò tutto per esteso.
Capodanno 2005 Praga , la magnifica vedi il mio racconto per esteso.

2006 Nozze in Australia , vedi il mio racconto per esteso.

2007 Amsterdam , una “gita fuori porta” di tre giorni, vedi il mio racconto per esteso.
2007 Minorca, vedi il mio racconto per esteso.

2007 Mauritius, vedi il mio racconto per esteso.
Chissà….. dove andremo ora …. Vi racconterò il seguito… a presto…ciao ciao

Nessun commento:

La Seconda Crociera non si scorda mai....Adriatico mon amour

L'Appetito vien mangiando dicono....in effetti dopo la prima esperienza in crociera eccoci di nuovo qua tre anni dopo a concluder...